Il cantautore milanese (classe 1953) è salito sul palco con il Paolo Di Sabatino Trio, ensemble jazzistico tra le creature del pianista, compositore, arrangiatore affiancato da Glauco Di Sabatino alla batteria e Marco Siniscalco al basso.
Il connubio solidissimo risale al maggio 2017 e ha consentito al cantautore di far emergere anche la propria formazione e cultura jazzistica, finalità da cui nasce il concerto con il trio, denominato “Gigi”, come il lavoro discografico che li accomuna e con cui Concato porge un intenso tributo al padre, chitarrista e autore jazz, noto come Gigi Concato che lo iniziò alla musica e fece da riferimento ai suoi primi passi nel mondo discografico. Passato dal crogiolo artistico del Derby di Milano, Concato pubblica il suo primo disco nel 1974, ma è nel 1982, con il lavoro “Fabio Concato”, che l’artista mette a fuoco il suo percorso e raggiunge il successo, confermato con l’album, omonimo come il precedente, del 1984.
L’amore di Paolo Di Sabatino per le canzoni di Concato è la genesi di questo ultimo progetto, rivisitando alcuni successi di Concato, arrangiandoli con sonorità vicine al jazz acustico. In scaletta anche i pezzi che abbiamo cantato tutti perché appartenenti al suo repertorio pop, oltre 40 anni di successi fra cui “Domenica bestiale”, “Fiore di Maggio”, “Guido piano”, “Rosalina”, “Sexy tango”, appunto “Gigi” reinterpretati nella veste jazz.

Gallery completa al seguente Link:

https://www.facebook.com/media/set/?vanity=Bettafotografa&set=a.6045743808800810

Elisabetta Canavero Foto e Reportage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.